A-   Trasporto attraverso la BBB in vivo (Microscopia Confocale)

Il trattamento in vivo con Amyposomes® è risultato efficace dopo iniezione per via intraperitoneale (i.p.) o per via intra-tracheale. Gli Amyposomes® doppio marcati fluorescenti (rosso e verde) raggiungono il cervello in vivo in topo dopo iniezione i.p., come si può vedere nella foto di microscopia confocale nel quadrante in basso a destra (Merge).

       

B-   Riduzione del deposito ß-amiloide, visto attraverso PET e istologia

  

La somministrazione di Amyposomes® riduce le placche cerebrali in modelli murini di AD (APP-PS1 / APP23), come visibile dalle immagini di istologia e di PET di seguito riportate, in cui si confrontano animali trattati, non trattati e sani.

 

      

C-   Miglioramento dei disturbi della memoria 

 

La somministrazione di Amyposomes® elimina il deficit di memoria mostrato da modelli di topo AD (APP-PS1 / APP23) come dimostrato nei test (test di riconoscimento di oggetti nuovi), che è tra i test comportamentali più comunemente usati per i topi. Un topo è posto vicino a due oggetti simili durante la prima sessione, e poi uno dei due oggetti viene sostituito da un oggetto nuovo durante una seconda sessione. La quantità di tempo impiegato ad esplorare il nuovo oggetto fornisce un indice di memoria di riconoscimento. I topi sani utilizzano meno tempo per la valutazione di oggetti già noti mentre i topi AD dedicano la stessa quantità di tempo ad esplorare gli oggetti nuovi e gli oggetti che hanno già visto in passato. Si dimenticano di averne già fatto esperienza. Il trattamento con Amyposomes® porta i topi transgenici AD ad avere lo stesso comportamento dei topi sani.