AmypoPharmaSrl è stata fondata nel 2015 sulla base della tecnologia di nano-trasportatori denominati Amyposomes®.
  

La mission della compagnia è di portare fino alle fasi cliniche i nano-liposomi funzionalizzati per curare la malattia di Alzheimer (AD) e, potenzialmente, altre malattie in cui finora non è disponibile sul mercato alcuna cura efficace per i pazienti.

  
La malattia di Alzheimer è una malattia neurodegenerativa di eziologia sconosciuta, che porta inesorabilmente il paziente alla morte. E’ la forma più comune di demenza che colpisce circa 30 milioni di individui in tutto il mondo, è una malattia in forte crescita a causa dell’invecchiamento della popolazione. Evidenze scientifiche suggeriscono che un ruolo fondamentale nella patogenesi della malattia è svolto dal Beta-amiloide (Aβ), un peptide neurotossico che si accumula in elevate quantità nel cervello dei pazienti affetti da AD, che si deposita sotto forma di placche e porta alla morte dei neuroni.

AmypoPharma è il risultato del lavoro scientifico portato avanti dal team di scienziati guidato dal Prof. Massimo Masserini e la Dr. Francesca Re.

 

Sono stati a capo di un  progetto del 7°PQ finanziato dalla Comunità Europea chiamato NAD "Nanoparticelle per la terapia e la diagnosi della malattia di Alzheimer", che ha portato alla nuova teconologia di nano-carrier, Amyposomes®, per la terapia della malattia di Alzheimer.

La tecnologia Amyposomes®, basato su nanoliposomi multifunzionalizati, è in grado di diminuire notevolmente la quantità di Aβ nel cervello, placche e oligomeri inclusi, che sono riconosciuti come la forma maggiormente neurotossica. Inoltre, è stato dimostrato un miglioramento delle funzioni cognitive in modelli animali di AD fino al loro completo recupero.

I risultati di questi studi sono stati recentemente pubblicati sulle prestigiose riviste scientifiche:  "Journal of Neuroscience" e "Journal of Controlled Release"


Dopo la conferma dei proof of concept in vitro prima e studi pre-clinici in vivo dopo, UNIMIB ha deciso di creare uno spin-off realizzando una NewCo per commercializzare il nano-carrier. L'obiettivo è quello di sviluppare ulteriormente la tecnologia promettente per la terapia della malattia di Alzheimer, con un grande  mercato potenziale.

Amyposomes® sarà sviluppato fino a completamento della proof-of- concept e poi arrivare a studi clinici sugli uomini.

Il Management e il team dei fondatori è costituito dai ricercatori dell'Università Milano Bicocca, che hanno sviluppato la tecnologia, e da un gruppo di esperti del settore con una vasta esperienza nello sviluppo e nella commercializzazione di progetti farmaceutici che possono contare su una vasta rete nella industria biofarmaceutica, così come nel settore finanziario.